/

In ricordo di Vito, la metà silenziosa della nostra Jucci

Vito Capuzzoni ci ha lasciati questo pomeriggio. E' un dolore enorme, che si somma al dolore per Jucci, sua moglie, una persona fondamentale per il Rugby Milano.
Vito era una persona riservata, dolcissima. Veniva al campo spesso, senza farsi notare.
Eppure, una figura molto presente nei nostri cuori, nei nostri pensieri.

Il babbo di Massimiliano Capuzzoni, la cui storia magnifica e tragica ha segnato un lunghissimo capitolo del nostro club, una intera generazione di ragazzi che sono uomini adesso e che formano un gruppo legatissimo, tonico e romantico allo stesso tempo. E ora sembra una coincidenza amara misurare questo lutto in concomitanza con quel Torneo Capuzzoni, dedicato a Max, che non abbiamo potuto vedere.

Il nostro pensiero adesso va soprattutto a Jucci. Lei è una forza della natura, si sa. Ma questo è il momento della tenerezza che supera il dolore; della pietà che va oltre le parole.
Con il desiderio di poter fare, di riuscire a sostenerla e di ricambiare quel tanto che fa da sempre per noi, con un calore provvidenziale, in qualche modo utile.
Jucci cara, ci siamo. Siamo tutti vicini a te.

Main Sponsor

Partner