/

Sociale

A fianco delle attività agonistiche sono nati progetti diversificati basati sul volontariato.

Mentre il rugby tende a virare verso il semiprofessionismo e il professionismo, l’A.S. Rugby Milano ha scelto di mantenere al centro della propria scena gli ingredienti storici del Club: miscelare il più alto livello tecnico di gioco (giocare bene è un valore) con la cura e l’evoluzione di un sistema educativo e aggregante. Giocatori, dirigenti, accompagnatori e famiglie che investono e ricevono attraverso una serie di esperienze presso realtà critiche o estreme sul territorio della città.

Sono attivi, in questo senso, cinque progetti.

Cinque sfide che segnalano come unico l’impegno sociale di una società sportiva dilettantistica in Italia.

Beccaria

Attivo dal 2008. Coinvolgimento dei giovani detenuti in un gioco di squadra che è anche sport di combattimento basato sulla gestione dell’aggressività e su un sistema di regole sia tecniche sia etiche. Il progetto offre risultati entusiasmanti in termini di contributo alla rieducazione. Nel 2012 il Club ha realizzato un documentario - “All Bec, il senso di una meta”- vincitore dell’International Sport Film Festival.

Approfondisci

Bollate

Attivo dal 2013. I detenuti hanno fondato una vera e propria squadra denominata “Rugby Barbari Bollate” che svolge regolari allenamenti e partite all’interno della struttura.  Dal 2015, per la prima volta nella storia detentiva, questa squadra partecipa ogni anno ad un torneo all’esterno del carcere presso il Centro Sportivo del Club. Attualmente coinvolge circa 25 detenuti. Nel 2016 è stato realizzato un documentario su questa esperienza.

Approfondisci

San Vittore

Dall’autunno 2017 inizia un progetto sperimentale all’interno della Casa Circondariale San Vittore dedicato ad alcuni reparti dell’Istituto. Le particolari condizioni logistiche determinano un format apposito basato sui principi del touch rugby. I primi allenamenti di test tenutisi prima dell’estate hanno prodotto un entusiasmo sorprendente da parte dei detenuti. Il progetto ha preso il via sabato 16 settembre presso il reparto “La Nave”.

Approfondisci

A regola d'arte

Dal 2014 inizia la nostra partecipazione al progetto “a Regola d’Arte”, un progetto creato e promosso da Mediafriends con l’intento di favorire integrazione e crescita sociale attraverso una valida offerta in ambito sportivo e culturale : Rugby e Musica con i valori educativi che li contraddistinguono

I corsi di Rugby coinvolgono più di cento ragazzi delle scuole primarie e secondarie di Milano e vengono svolti presso gli Istituti Cadorna, Iqbal Masih , l’Oratorio Murialdo e i centri di aggregazione Barrios , La Strada di Milano

Un percorso che prevede non solo un primo  approccio al Rugby ed ai suoi valori ma anche un percorso piu’ ricco come per i ragazzi de La Strada  che ogni mese sono ospiti nel nostro centro per un allenamento tecnico dedicato.

 

Approfondisci

Sport Senza Frontiere Onlus

Sport Senza Frontiere progetta e organizza percorsi sportivi gratuiti per bambini socio-economicamente svantaggiati . La AS Rugby Milano ha aderito al progetto "Sport 4Good - Sport è Benessere" accogliendo gratuitamente alcuni bambini e ragazzi nelle squadre del minirugby e delle giovanili. Il percorso sportivo del bambino è monitorato da educatori ed istruttori supervisionati da psicologi che operano secondo un protocollo di intervento e di monitoraggio ideato in collaborazione con il Comitato Tecnico Scientifico di Sport Senza Frontiere

Approfondisci

Cie via Corelli

Su richiesta della Direzione del Centro di Accoglienza di via Corelli (che ospita circa 500 persone) è allo studio un progetto che prevede l’insegnamento del rugby e l’inserimento nelle squadre del Club di extra-comunitari in attesa di un visto e/o di una destinazione. Dopo sei allenamenti dedicati agli ospiti del centro di accoglienza i ragazzi sono stati inseriti nella squadra seniores “Amatoriale; obiettivi del progetto, oltre a trasmettere i valori del rugby, sono l’inclusione e l’integrazione sociale, aspetti tralasciati dalla società moderna e motivo di sofferenza da parta dei ragazzi stessi.

 

Approfondisci

Main Sponsor

Partner