Bollate

Attivo dal 2013. I detenuti hanno fondato una vera e propria squadra denominata “Rugby Barbari Bollate” che svolge regolari allenamenti e partite all’interno della struttura.  Dal 2015, per la prima volta nella storia detentiva, questa squadra partecipa ogni anno ad un torneo all’esterno del carcere presso il Centro Sportivo del Club. Attualmente coinvolge circa 25 detenuti. Nel 2016 è stato realizzato un documentario su questa esperienza.

I Barbari con Papa Francesco

Papa Francesco, che da vero argentino apprezza molto il rugby, ha ricevuto in dono la maglia dei Barbari di Bollate e ora anche lui conosce il progetto Rugby Bol. L’occasione è stata, il 9 novembre scorso durante la Giornata Mondiale della Povertà. I vertici di Edison, che da 12 anni sostiene i progetti sociali di Rugby Milano, sono stati ricevuti in udienza privata e l’amministratore delegato di Edison Nicola Monti ha raccontato al Papa quello che facciamo. “Sono centinaia le persone detenute e le loro famiglie raggiunte da questi progetti - ha sottolineato - 35 gli incontri di allenamento ogni anno in ogni struttura penitenziaria ma non solo: gli educatori, i bambini e i ragazzi che frequentano l’associazione sportiva, i colleghi che si sono avvicinati a questa realtà, crescono conoscendo e apprezzando il progetto, divenendo promotori dei medesimi valori e abbattendo gli stereotipi, con un passaggio culturale che mette la persona al centro”. In queste occasioni è usanza portare al Papa un dono, qualcosa di simbolico, che ricordi l’occasione per cui si sta insieme. “Ci siamo arrovellati per un po’ – spiega Francesca Magliulo, responsabile Sostenibilità e Corporate Social Responsibility di Edison oltre che mamma di Nicola, giocatore delle giovanili - Cosa può regalare un’azienda come la Edison al Papa? Dev’essere semplice, avere un significato, non dev’essere costosa… Poi abbiamo pensato al senso della giornata: aiutare chi resta indietro, sostenere chi ha bisogno, restituire fiducia a chi l’ha persa, non pensare sempre a se stessi”. “E così, con grande orgoglio, all’udienza papale io, l’amministratore delegato di Edison Nicola Monti e il direttore della sostenibilità, Affari Istituzionali e Regolazione Marco Peruzzi, abbiamo portato in dono la maglia dei Barbari Bollate. Spero che i ragazzi di Bollate ne siano orgogliosi. Quel giorno noi abbiamo solo consegnato la loro maglia ma la squadra era con noi, nel nostro cuore”! (nella foto Francesca Magliulo) E da parte nostra dunque, grazie! Ad Edison, a Banco BPM, a Fondazione Vismara e Salvetti che permettono a Rugby Milano di portare avanti progetti sociali così significativi. L’idea che Papa Francesco conservi nei suoi pressi una maglia bianco rossa moltiplica il nostro impegno e la nostra gioia.

Approfondisci

Sostegno e avanzare, è il regalo che portiamo

Sabato 21 dicembre 2019 alle ore 10.00, presso il carcere di Bollate, si terrà un evento speciale organizzato con la collaborazione di Rugby Milano. L’evento metterà a confronto i “Barbari Bollate”, squadra formata da detenuti-rugbisti, con una rappresentativa biancorossa, composta da giocatori della prima squadra (che milita in serie A), cadetti (serie C) e Old. I “Barbari”, allenati da Federico Pozzi, sono un gruppo di detenuti che durante l’anno si allena sotto la supervisione di educatori e volontari provenienti dal centro sportivo Curioni, la casa Rugby Milano situata all’Idroscalo. Il progetto sociale viene portato avanti da sei anni con successo. Sono almeno 15 gli atleti all’interno del carcere che seguono con continuità le attività promosse da Rugby Milano. Per l’occasione scenderanno in campo anche detenuti che partecipano agli allenamenti con minore assiduità. La partita, che si svolgerà a porte chiuse, è ormai una tradizione consolidata. Si tratta di una festa e al tempo stesso di una opportunità per i rugbisti di Bollate, chiamati ad esprimere quanto appreso durante gli allenamenti settimanali contro giocatori esperti, informati e motivati sull’iniziativa portata avanti dal loro club. Alla fine degli 80 minuti regolamentari il risultato diventa un elemento marginale per tutti i protagonisti, riuniti per scambiarsi impressioni, commenti e auguri natalizi durante il Terzo Tempo. Tra placcaggi e ruck e mete, questa partita vuole dimostrare ancora una volta come la palla ovale riesca a unire le persone e trasmettere i valori del rugby in un contesto dove il rispetto delle regole, la condivisione, il sostegno assumono significati particolarmente preziosi.

Approfondisci

I barbari e il sostegno oltre le sbarre

Una grande giornata di sport sabato 22 giugno, che vi raccontiamo solo oggi non per timidezza ma perchè un evento così speciale aveva bisogno do svolgersi senza 'spoileraggi'. "I detenuti del carcere di Bollate sono usciti, sono arrivati in 9, accompagnati dalla scorta, molto disponibile come sempre. La partita è stata vinta 6 a 2 dai biancorossi" riassume Federico Pozzi, responsabile del progetto. I barbari di Bollate, anche con tanti neofiti in campo, si sono ben comportati, "hanno pagato un po' fisicamente alla fine. Durante l'anno ci siamo allenati un po' meno tutti insieme anche a causa delle tante attività che ognuno di loro ha ma hanno comunque dimostrato di avere spirito di squadra, di saper dare sostegno. Rugby Milano - sottolinea Federico - ha messo in campo tutti i valori del rugby che conosciamo e i Barbari si sono sentiti come sempre a casa" . Ormai è una bella tradizione questa partita in esterna ma quest'anno abbiamo raccolto ben di più, anche gli interessi di tanti anni di lavoro. "Tre ragazzi che han fatto parte della squadra negli anni scorsi, uno dei quali ha un regime più tollerante di libertà ed esce dal carcere per lavorare durante il giorno e due che sono tornati uomini liberi, sapendo che i Barbari erano in pochi e alcuni non molto esperti, si sono resi disponibili per venire a giocare questa partita". È il segno che il rugby ha messo radici!

Approfondisci

I Barbari, a piccoli passi verso una nuova vita

Sabato 13 Aprile si è tenuta la seconda partita annuale, all’interno del carcere di Bollate, tra i Barbari e la rappresentativa Rugby Milano formata da giocatori dei Seniores e dei Bislunghi. La partita è stata combattuta, vinta dai biancorossi 4-3, solo per una meta. Nonostante la sconfitta, la squadra allenata da Federico Pozzi, ha messo in campo grande spirito di squadra e sacrificio, lottando su ogni pallone e dimostrando una buona capacità di portare avanti il pallone. L’impresa dei Barbari stavolta è stata notevole. Una squadra con tanti elementi nuovi, avvicinatisi al rugby da qualche settimana, ha dato del filo da torcere a una squadra molto esperta come la nostra rappresentativa. La fiducia, il sostegno e il non arrendersi mai hanno scandito la partita dei Barbari che possono davvero essere fieri del lavoro svolto. Un altro piccolo passo verso una nuova vita. Grazie come sempre ai volontari che hanno partecipato con grande spirito di appartenenza : Moiraghi Roberto Mosseri Luca Mosseri Giorgio Gerosa Oscar Rebecchini Benedetto Cabrera Fabrizio Iannone Nicola Beretta Matteo Antinori Federico Tanca Giovanni Riccardo Leoni Quintavalla Andrea Rossi Simone

Approfondisci

Main Sponsor

Partner