I barbari e il sostegno oltre le sbarre

Una grande giornata di sport sabato 22 giugno, che vi raccontiamo solo oggi non per timidezza ma perchè un evento così speciale aveva bisogno do svolgersi senza 'spoileraggi'. "I detenuti del carcere di Bollate sono usciti, sono arrivati in 9, accompagnati dalla scorta, molto disponibile come sempre. La partita è stata vinta 6 a 2 dai biancorossi" riassume Federico Pozzi, responsabile del progetto. I barbari di Bollate, anche con tanti neofiti in campo, si sono ben comportati, "hanno pagato un po' fisicamente alla fine. Durante l'anno ci siamo allenati un po' meno tutti insieme anche a causa delle tante attività che ognuno di loro ha ma hanno comunque dimostrato di avere spirito di squadra, di saper dare sostegno. Rugby Milano - sottolinea Federico - ha messo in campo tutti i valori del rugby che conosciamo e i Barbari si sono sentiti come sempre a casa" . Ormai è una bella tradizione questa partita in esterna ma quest'anno abbiamo raccolto ben di più, anche gli interessi di tanti anni di lavoro. "Tre ragazzi che han fatto parte della squadra negli anni scorsi, uno dei quali ha un regime più tollerante di libertà ed esce dal carcere per lavorare durante il giorno e due che sono tornati uomini liberi, sapendo che i Barbari erano in pochi e alcuni non molto esperti, si sono resi disponibili per venire a giocare questa partita". È il segno che il rugby ha messo radici!

Main Sponsor

Partner